Certificazione e Conciliazione

Certificazione e Conciliazione

Commissione Provinciale di Certificazione, Conciliazione e Arbitrato
Sportello E.N.P.A.C.L.

Sportello E.N.P.A.C.L.

Uno sportello varesino dell’ E.N.P.A.C.L. a disposizione di tutti gli iscritti
ASSE.CO.

ASSE.CO.

Asseveratori di Conformità dei rapporti di lavoro
Praticantato

Praticantato

Scopri come poter diventare Praticante
Emergenza sanitaria Covid-19

Emergenza sanitaria Covid-19

Tutti gli aggiornamenti e le notizie relative all'emergenza sanitaria coronavirus

Leggi tutto...

QUESITO CONVENZIONE ASSUNZIONE DISABILI L. 68/1999

QUESITO

Area Tematica Lavoro

 

Convenzione assunzione disabili L. 68/1999

Un’azienda da me seguita ha un obbligo di assunzione di 20 unità (come da prospetto informativo inviato lo scorso gennaio) e ad oggi ha in forza 16 disabili, pertanto è in scopertura di 4 lavoratori e non ha possibilità di sopperire a questi obblighi fruttando le convenzioni art. 14. La Provincia di Varese lo scorso anno le ha stipulato una convenzione art. 11 con un residuo programma di assunzioni spalmato su due anni. Le prime due assunzioni avrebbero dovuto essere fatte una a ottobre 2019 ed una a marzo 2020. Le prossime due saranno una a fine anno e l’ultima a metà prossimo anno. Le figure professionali indicate in convenzione sono quelle di sviluppatori ed analisti/sistemisti informatici, profili praticamente introvabili nonostante la continua e fattiva ricerca diretta anche presso le università. Per ottemperare agli obblighi previsti, deve immediatamente fare richiesta di invio numerico? Non facendolo rischia sanzioni, corretto? O visto il periodo “particolare” che stiamo attraversando, possono permettersi di temporeggiare? Se la Provincia non avesse questi profili da inviare, l’azienda non è costretta ad accettare qualsiasi lavoratore da loro proposto che abbia la minima conoscenza di utilizzo del pc, vero?

 


 

RISPOSTA AL QUESITO

FONTI NORMATIVE

Legge n. 68/1999 e successive modifiche

Decreto Legge n. 18 del 17/03/2020 convertito in legge con modificazioni

Delibera Giunta della Regione Lombardia n. XI/3013 seduta del 30/03/2020

 

L’art. 11 comma 1 della Legge n. 68/1999 prevede, al fine di favorire l’inserimento lavorativo dei disabili, convenzioni che gli Uffici competenti possono stipulare con il datore di lavoro, “aventi ad oggetto la determinazione di un programma mirante al conseguimento degli obiettivi occupazionali” tipici della legge richiamata.

Ciò comporta l’avvio di un iter procedimentale con una serie di adempimenti che consentono all’azienda una pianificazione delle assunzioni.

 Tale strumento intende dare attuazione, nello spirito della legge, all’inserimento mirato dei soggetti disabili, prevedendo una stretta collaborazione con gli operatori di riferimento sia nell’individuazione della mansione da inserire in convenzione sia nell’effettiva volontà di assumere persone con disabilità entro le scadenze concordate.

La convenzione può essere sia parziale che totale. Può cioè ricomprendere solo una parte delle “scoperture” in essere, che la loro totalità. Ricorrendo pertanto una convenzione totale, l’azienda ha la possibilità di programmare, nel tempo, il completo assolvimento degli obblighi occupazionali relativi ai disabili; ricorrendo a una convenzione parziale, ottenere una programmazione relativa a una sola parte delle scoperture. Per la parte residua continueranno naturalmente ad operare i restanti istituti normativi previsti dalla legge 68/99. Le assunzioni effettuate in adempimento degli impegni previsti in convenzione potranno essere nominative.

A seguito dell’emergenza epidemiologica da covid-19 il Decreto Legge n. 18 del 17/03/2020 all’art. 40 ha stabilito la sospensione per due mesi degli obblighi connessi agli adempimenti relativi alla legge sul collocamento mirato.

In seguito Regione Lombardia è intervenuta, oltre che a dare attuazione alla previsione sopracitata, ad esporre ulteriori disposizioni in riferimento ai procedimenti previsti dalla Legge 68/99. In particolare per le Convenzioni ex art. 11 ha stabilito che tutte le scadenze successive al 25 febbraio 2020 vengano prorogate di 6 mesi. Per le nuove convenzioni ex art. 11, stipulate dall’entrata in vigore del provvedimento e fino al 31 agosto 2020, i termini di durata e le rispettive scadenze verranno calcolati a decorrere dal 1 settembre 2020.

Alla luce del quadro normativo sopra ricostruito e dopo un’attenta analisi della situazione prospettata nel quesito, si ritiene che, l’assunzione programmata con scadenza prevista entro il 3/2020 e ricadente in pieno periodo emergenziale, possa godere della proroga di 6 mesi. Lo stesso non può dirsi invece per quell’assunzione con scadenza prevista entro il 9/2019 e ad oggi ancora non effettuata.

Relativamente a quest’ultima si intende precisare che i contenuti della convenzione possono, in ogni momento, essere oggetto di rinegoziazione con la Provincia, laddove i presupposti e le condizioni dell’azienda cambino in maniera sostanziale e tale da rendere opportuna una rivisitazione degli impegni assunti.

Per completezza di trattazione ricordiamo che, nel caso in cui l’azienda non rispetti gli impegni assunti dalla convenzione e che ciò origini non da circostanze oggettive e documentabili, bensì esclusivamente da una sua mancata attivazione, potranno essere applicate le sanzioni amministrative previste nell’art. 15 comma 4 della Legge n. 68/99.

Il presente parere, come tutti gli altri nostri interventi, anche se frutto di approfondite analisi, non costituisce altro che un contributo alla conoscenza e/o al confronto sulla problematica.

Mobilitazione dei Consulenti del Lavoro - Piazza Montecitorio - 29.07.2020

ROMA Mobilitazione 29 07 2020 1
ROMA Mobilitazione 29 07 2020 2
ROMA Mobilitazione 29 07 2020manifesto

Lettera aperta della Presidente Calderone agli iscritti

Pubblichiamo di seguito la lettera aperta della Presidente del Consiglio Nazionale, Marina Calderone, a tutti gli iscritti all’Ordine, in occasione della mobilitazione di domani, 29 luglio, in piazza di Montecitorio a Roma. Una manifestazione – sottolinea la Presidente – non solo di dissenso per la gestione degli ammortizzatori sociali emergenziali, ma anche di proposta per quello che ancora si può fare: prevedere l’Ammortizzatore Sociale Unico Emergenziale. “Se questo non avverrà, torneremo a manifestare il nostro pensiero già a settembre, ma questa volta con una soluzione logistica capace di ospitare tutti voi in presenza”, conclude nella lettera. Le ragioni della mobilitazione e le necessità dei professionisti per il prossimo autunno sono al centro anche dell’intervista rilasciata oggi ad Adnkronos.

Leggi tutto

Laboratorio Praticanti - sessione orale 2020

Il Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Varese organizza un laboratorio per la preparazione della sessione orale degli esami di Stato 2020. 

Tutti i dettagli sono indicati nel programma del corso allegato alla presente.

Il laboratorio si terrà nei giorni di:  venerdì 18/09/2020 dalle ore 16.00 alle ore 19.00 e sabato 19/09/2020 dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Le iscrizioni dovranno essere effettuate inviando via email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. la scheda di adesione e il giustificativo dell’avvenuto versamento della quota di partecipazione di € 152,00 entro il giorno 9 settembre 2020. 

Leggi tutto

Consulenti Del Lavoro Consiglio Nazionale 300x100
Fondazione Studi 300x100
Fondazione Universo Lavoro Enpacl 300x100
Enpacl 300x100
Amministrazione Trasparente 300x100

Ultimi annunci