• Home
  • Notizie
  • NON È PIÙ TEMPO DI LAVORARE DA SOLI: L’UNIONE FA LA FORZA!

NON È PIÙ TEMPO DI LAVORARE DA SOLI: L’UNIONE FA LA FORZA!

Sono sempre di più i professionisti che scelgono le #STP.

Cosa sono le S.T.P.?

Le S.T.P. (Società tra Professionisti) sono state introdotte nel nostro ordinamento con l’art. 10 della Legge 183 del 2011 consentendo ai soggetti che esercitano una professione protetta di svolgere la propria attività sotto forma societaria.

Come dimostrano i dati di Infocamere-Unioncamere, questo trend è ormai consolidato. A marzo 2021, le Società tra Professionisti erano 4.129 rispetto alle 2.322 di maggio 2018, circa l’80% in più. 

Soprattutto negli ultimi anni è stato osservato come studi associati e società tra professionisti, avendo al loro interno due o più esperti verticalmente competenti, riescano ad essere maggiormente efficienti e performanti nella gestione del cliente sia in termini di soddisfazione dello stesso che in termini di fatturato. 

La condivisione dello Studio inoltre non produce vantaggi solo per i nostri assistiti ma anche per noi professionisti, permettendo tra le altre cose un confronto diretto e costante con i colleghi e una ripartizione dei costi fissi legata alla gestione dello Studio (uffici, software, strumentazione, dipendenti ecc.). 

Quali sono le caratteristiche principali delle S.T.P.?

  • non classificata come tipologia societaria, può essere costituita con una qualsiasi forma societaria prevista dalla legge;
  • i soci che la compongono possono essere tutti appartenenti allo stesso ordine professionale (STP monodisciplinare) o a ordini professionali differenti (STP multidisciplinare);
  • la norma prevede la possibilità di avere soci non ordinistici con soli scopi tecnici o di finanziamento. In tal caso il numero dei soci o la partecipazione al capitale sociale dei professionisti deve essere tale da determinare la maggioranza dei due terzi nelle deliberazioni o decisioni dei soci;
  • l’atto costitutivo deve obbligatoriamente prevedere i criteri e le modalità affinché l’esecuzione dell’incarico professionale conferito alla società sia eseguito solo dai soci in possesso dei requisiti per la prestazione professionale richiesta;
  • nella denominazione deve essere contenuta la dicitura “società tra professionisti”;
  • la partecipazione a una S.T.P. appare incompatibile con la partecipazione a un’altra s.t.p. tanto per il socio professionista quanto per il socio per finalità d’investimento o per prestazioni tecniche;

il mandato viene conferito alla S.T.P. dotata di propria P.IVA, e non al singolo professionista.